Test ufficiali in Francia a fine giugno
«Arbitro elettronico»: l’invenzione di Cruciani in Confederations Cup

SAN BENEDETTO — Un altro importante riconoscimento per l’inventore sambenedettese Gabriele Cruciani. L’Ifab (International Football Association Board) ha deciso di sperimentare nella prossima Confederations Cup in programma in Francia dal 18 al 29 giugno, le comunicazioni via radio tra direttore di gara e guardalinee. Insomma il "cyber arbitro", brevetto depositato da Cruciani il 10 dicembre 1996 e testato per la prima volta a S.Benedetto il 27 giugno 1999, nel corso del triangolare "Walfrido Bernardini" tra le vecchie glorie di Samb, Pescara e Ancona.
L’arbitro è collegato con i suoi assistenti attraverso due microricevitori che permettono di valutare al meglio le azioni di gioco. In questo modo vengono aboliti i segnali convenzionali e il direttore di gara può parlare direttamente con i suoi collaboratori.
«Questo brevetto -dice Gabriele Cruciani- è quello del campo di calcio elettronico da me inventato e sperimentato ben quattro anni fa. Mercoledì (domani, ndr) sarò di nuovo a Roma per incontrarmi con Mattei che, a suo tempo, approvò il progetto. Lunedì prossimo, invitato direttamente da Biscardi, andrò a Milano per partecipare alla trasmissione del noto giornalista sportivo dove presenterò il brevetto e per testimoniare la soddisfazione per un progetto italiano. Colgo anche poi l’occasione per ringraziare la redattrice della rivista scientifica "Newton" Flavia Caroppo che in un articolo dello scorso luglio apprezzò la mia iniziativa». A breve, ci saranno delle novità anche per quanto riguarda il pallone elettronico. A giugno (probabilmente il 2 o il 3), si svolgerà un’altra partita amichevole a San Benedetto per un nuovo e decisivo esperimento.